La Donna nel Mediterraneo
Editoriale
le storie Il velo
le storie La storia
- Luoghi e popoli
cronaca Le Parole
le storie Le storie
cronaca Cronaca
- Immagini
opinioni Legislazione italiana
opinioni Opinioni
Materiale didattico
Glossario arabo

Burqu: velo con due fori per gli occhi, costituito da un tessuto che cade dal centro della fronte e copre il volto. Gli angoli più in basso del burqu sono attaccati ai due lati della benda che copre la testa creando l'effetto di una maschera.

Chador: abito lungo di solito di colore nero che copre il corpo, lasciando scoperti solo gli occhi.

Djallabiyya: lungo camice di tela, utilizzato anche dai più antichi coltivatori del Nordafrica, i fellahin dell'Egitto (coltivatori insediati lungo la valle e il delta del Nilo).

Djilbab: indumento tradizionale arabo simile a un'ampia tunica, generalmente di tela o di cotone.

Haik: in Marocco indica un indumento tradizionale costituito da una lunga pezza di lana bianca che avvolge il corpo e il capo lasciando scoperti gli occhi.

Hidjab: da "hadjaba" che significa nascondere, velare; è il cosiddetto velo islamico che copre i capelli lasciando scoperto il viso.

Litham: un pezzo di stoffa rettangolare che, nel periodo preislmaico e del primo Islam, copriva il naso e metà della parte bassa del volto;

Niqab: velo che copre interamente la testa e il viso ad eccezione degli occhi.

a cura di Gennaro Errichiello
Soluzioni informatiche Sibilla NetSibilla Net