La Donna nel Mediterraneo
Editoriale
le storie Il velo
le storie La storia
- Luoghi e popoli
cronaca Le Parole
le storie Le storie
cronaca Cronaca
- Immagini
opinioni Legislazione italiana
opinioni Opinioni
Materiale didattico
Il velo nel mondo classico

Statua di Vestale
Museo degli Uffizi - Firenze
Nella tradizione greco-romana il velo assume un valore simbolico e religioso.
La sua presenza è legata sia al mondo divino che ad alcuni momenti fondamentali della vita di ogni cittadino.
Divinità o personaggi appartenenti alla mitologia, come Elena, Fedra, Penelope, sono tradizionalmente raffigurati con un velo che ricopre testa e spalle.
L'origine di questo costume sembra, in ogni modo, legarsi a una sorta di sottomissione o consacrazione alla divinità: lo testimoniano la cerimonia del ver sacrum in cui ragazzi e ragazze usavano coprirsi il capo, e l'abbigliamento tipico delle Vestali, caratterizzato dalla presenza del suffibulum, un velo bianco di forma rettangolare.Il velo aveva anche un valore iniziatico: nei riti e nelle cerimonie di passaggio l’iniziando - sia uomo che donna - lo indossava com’è documentato anche da testimonianze letterarie ed iconografiche

A conferma del valore sacrale del velo è da aggiungersi la prassi propria delle cerimonie funebri, in cui in segno di lutto e dolore i Greci e i Romani si velavano il capo.

Carmela Pirozzi
Soluzioni informatiche Sibilla NetSibilla Net