La Donna nel Mediterraneo
Editoriale
- Lo scioglimento
le storie La storia
le storie Luoghi e popoli
le storie Le Parole
- Le storia
- Cronaca
- Immagini
- Legislazione italiana
- Opinioni
- Materiale didattico
Scioglimento del matrimonio nei Paesi del Maghreb

Nei paesi dell’area maghrebina (Algeria, Libia, Marocco e Tunisia), lo scioglimento del matrimonio avviene secondo le regole stabilite dalla sharia. Infatti, i codici moderni e le attuali leggi di famiglia, accolgono, almeno in parte, tutte le figure di scioglimento del matrimonio previste dal diritto malichita: il ripudio, il khul, il lian e la risoluzione giudiziale.
Le novità introdotte dai legislatori attuali mirano, in gran parte, a limitare il ricorso al ripudio, che rende la vita coniugale instabile e insicura. Infatti, esso non è più un atto extragiudiziale, così come era previsto dalla sharia, ma, oggi, viene sottratto alla volontà del marito per diventare un atto giudiziale che coinvolge un giudice.
L’unico paese che si allontana dalle regole della sharia è la Tunisia: infatti, la Madjalla (così si chiama il codice di statuto personale tunisino), abolisce il ripudio. Essa prevede, inoltre, che il divorzio possa essere consensuale o essere richiesto da uno dei coniugi. Inoltre la domanda di divorzio può anche essere immotivata:
«si tratta di un’estrema evoluzione del ripudio, che è reso accessibile tanto all’uomo che alla donna».

In tutti i paesi maghrebini è previsto il periodo del ritiro legale, a seguito dello scioglimento del matrimonio, durante il quale la donna ha diritto al mantenimento. Per ciò che riguarda l’affidamento dei figli, in caso di scioglimento del matrimonio in tutti i paesi maghrebini è prevista la divisione dei compiti che spettano al padre e alla madre: il padre esercita la wilaya (la tutela dei figli prevista anche dalla sharia) e la madre esercita la hadana (la custodia dei figli prevista anch’essa dalla sharia).
I figli, inoltre, vengono sempre affidati alla madre, a meno che non vi sia il timore che ella li allontani dalla religione paterna cioè dall’Islam.

Gennaro Errichiello



Aluffi Beck-Peccoz R. (a cura di), Le leggi del diritto di famiglia begli stati arabi del Nord-Africa, Edizioni della Fondazione Giovanni Agnelli, Torino, 1997, p. 25.
Soluzioni informatiche Sibilla NetSibilla Net