La Donna nel Mediterraneo
Editoriale
- Lo scioglimento
le storie La storia
le storie Luoghi e popoli
le storie Le Parole
- Le storia
- Cronaca
- Immagini
- Legislazione italiana
- Opinioni
- Materiale didattico
Glossario arabo

Hadana: è la custodia dei figli che spetta alla madre, che, per i maschi, dura fino all’età della pubertà e, per le femmine, fino al matrimonio.

Ila: è una forma di ripudio, di origine preislamica, in base alla quale il marito giura di volersi astenere da ogni contatto sessuale con la moglie.

Khul: è il divorzio per mutuo consenso, di origine preislamica, in base al quale la moglie paga un riscatto o compenso al marito affinché egli la ripudi.

Lian: è il giuramento imprecatorio, in vigore ancora oggi in alcuni codici del diritto di famiglia, in base al quale l’uomo attesta davanti ad un giudice che la moglie è un’adultera, in tal modo avviene il disconoscimento di paternità.

Madjalla: letteralmente «codice», è il nome del codice di statuto personale tunisino.

Talaq thulathi: letteralmente «triplice ripudio». Il marito pronuncia per tre volte consecutive la formula di ripudio, in tal modo il vincolo coniugale cessa immediatamente.

Talaq: «ripudio» è la forma di scioglimento del matrimonio già in uso in epoca preislamica, il cui uso in epoca islamica è attenuato. Esso è ad esclusivo appannaggio del marito ed è quest’ultimo che può revocarlo.

Wilaya: è la tutela del padre nei confronti dei figli.

Zihar: è la forma di scioglimento già in vigore nel periodo preislamico poco utilizzata oggi nei codici moderni del diritto di famiglia, in base al quale un uomo paragona la moglie alla madre o ad un’altra donna a lui proibita.

a cura di Gennaro Errichiello
Soluzioni informatiche Sibilla NetSibilla Net