La Donna nel Mediterraneo
Editoriale
- L'istituto del matrimonio
le storie La storia
le storie Luoghi e popoli
le storie Le Parole
le storie Le storie
le storie Cronaca
- Immagini
legislazione Legislazione italiana
- Opinioni
- Materiale didattico
Il matrimonio

Grandi cambiamenti sociali hanno trasformato, negli ultimi 40 anni, il senso del matrimonio e, quindi, il ruolo dei suoi protagonisti. In particolare, con le riforme legislative degli anni ‘70 (la legge sul divorzio del 1970 e la riforma del diritto di famiglia del 1975) il rapporto tra i coniugi, quello tra genitori e figli, il regime patrimoniale della famiglia e le condizioni per contrarre matrimonio sono mutati in maniera significativa.

Inoltre, con il termine "famiglia" ci si riferisce alle situazioni più varie: famiglie con un solo genitore; famiglie ricostituite con due partner che si uniscono dopo il divorzio di uno o di tutti e due, con o senza figli della precedente unione; famiglie di stranieri, famiglie con i coniugi provenienti da paesi diversi, “famiglie di single”, famiglie di coppie omosessuali, ecc.
In termini giuridici la famiglia vera e propria, anche detta legittima, è quella fondata sul matrimonio.

L’art. 29 della Costituzione espressamente afferma: "La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio“. Si sta facendo strada però, l’idea di dare rilievo, anche giuridico, all’intenzione della coppia di dar vita ad un’unione stabile fondata sull’affetto reciproco e supportata dalla convivenza.
È il caso della cosiddetta famiglia di fatto o convivenza more uxorio.

Francesca Saudino
Soluzioni informatiche Sibilla NetSibilla Net