La Donna nel Mediterraneo
Editoriale
- L'istituto del matrimonio
le storie La storia
le storie Luoghi e popoli
le storie Le Parole
le storie Le storie
le storie Cronaca
- Immagini
legislazione Legislazione italiana
- Opinioni
- Materiale didattico
Effetti del matrimonio: Doveri dei figli

I figli devono rispetto ed obbedienza ai genitori. Il Corano dice: «Il tuo Signore ha decretato che non adoriate altri che Lui e che trattiate bene i vostri genitori. Se uno di essi, o ambedue, raggiungon presso di te la vecchiaia, non dir loro: "Uff", non li rimproverare, ma dì loro parole di dolcezza. Inclina davanti a loro mansueto l'ala della sottomissione e dì: "Signore, abbi pietà di loro, come essi han fatto con me, allevandomi quando ero piccino!"» (Cor. 17, 23-24).

In un solo caso i figli possono disubbidire ai genitori: quando ordinano una cosa contraria ai precetti dell'Islam. Il Corano dice: «Noi prescrivemmo all'uomo d'essere buono verso i propri genitori; ma se essi insisteranno perché tu associ a Me esseri di cui non hai scienza alcuna, allora non obbedir loro. A Me voi tornerete e vi narrerò allora quel che commettevate!» (Cor. 29, 8).

Il figlio pubere, od impubere, purché benestante, deve il mantenimento ai genitori, anche se di un'altra religione, caduti nell'indigenza o inabili al lavoro. Se la madre è passata a seconde nozze, il figlio dovrà gli alimenti solo alla madre, se il marito è povero.
Se i genitori sono abili al lavoro, il figlio non deve gli alimenti. Il figlio può sottrarsi all'obbligo degli alimenti provando, con due testimoni, la sua povertà. Se sono più figli, l'obbligo degli alimenti ricade su tutti, qualora qualcuno di loro non fosse in grado di provvedervi, l'obbligo ricade su chi è in grado di pagare.

Gennaro Errichiello
Soluzioni informatiche Sibilla NetSibilla Net